Non sei registrato? Registrati ora!
Per una migliore qualità dell’aria

Per una migliore qualità dell’aria

La qualità dell’aria all’interno degli ambienti civili ed industriali è uno dei principali fattori da tenere in considerazione nello studio del benessere ambientale. Oltre che controllare temperatura e umidità, oggi diventa sempre più necessario per le persone che vivono e lavorano, un’aria di qualità migliore rispetto a quella esterna. Questo scopo sembra essere stato raggiunto progettando filtri per particelle fini che provvedono principalmente all’eliminazione non solo di polvere, fumo, cenere, ma anche dei cosiddetti allergeni naturali: pollini, spore ecc.

Al passo con i tempi

Senza dubbio negli ultimi anni è molto cambiata la composizione dei contaminanti dell’aria e soprattutto le conoscenze tecniche. A fronte di tutto ciò Aerservice ha sviluppato prodotti per la filtrazione suddivisi in diverse categorie a seconda dell’efficienza di filtrazione:
• Pre-filtrazione • Filtrazione • Filtrazione assoluta

ISO 16890 - Filtri aria per la ventilazione generale

ISO 16890 - Filtri aria per la ventilazione generale

Il nuovo standard, che entrerà in vigore in via definitiva dal 30 giugno 2018, va a sostituire l’attuale normativa Europea EN 779 e la ASHRAE 52.2, predominante negli USA, con il fine di dar vita ad un’unica normativa mondiale divisa in 4 classi legate alle prestazioni del filtro nei confronti di tre diverse frazioni di particolato con una percentuale più mirata che indica l’efficienza del filtro.

Filtrazione assoluta HEPA - ULPA

Filtrazione assoluta HEPA - ULPA

L’evoluzione della tecnologia produttiva e dei campi di applicazione (sempre più sensibili alla necessità della filtrazione come nel settore ospedaliero e nella microelettronica) ha spinto i costruttori di filtri d’aria a produrre filtri con caratteristiche di efficienza superiori ai limiti espressi dalla classe F9 (EN 779), garantendo comunque le condizioni progettuali e prestazionali secondo innovativi sistemi di controllo.

Filtrazione nelle camere bianche

Filtrazione nelle camere bianche

ISO 14644-1 La normativa ISO 14644-1 stabilisce la classificazione della pulizia dell’aria nelle camere bianche e in ambienti con atmosfera controllata. La classificazione si basa sulla concentrazione delle particelle sospese e l’unico tipo di particelle considerato deve avere dimensioni tra 0,1 μm a 5 μm.

Filtrazione a carboni attivi

Filtrazione a carboni attivi

I carboni attivi, sotto forma di materia prima o di filtri, trovano spazio in una vasta area che riguarda il primo equipaggiamento o il ricambio, toccando pressoché tutte le attività produttive.

Filtrazione elettrostatica

La filtrazione elettrostatica basa il suo funzionamento sull’applicazione di campi elettrici e di forze elettrostatiche direttamente sulle particelle e sui microrganismi presenti nell’aria.

DOWNLOAD PDF NORMATIVE

Clicca sul link per scaricare il pdf

Continua